Close
Via Taddeo Alderotti 34R Firenze
055 355645 info@piopionoleggio.it
La gestione del latte

La gestione del latte

In tutti questi anni di noleggio abbiamo visto e conosciuto tantissime realtà e bisogni che portano all’esigenza di un tiralatte che, spesso, nonostante sia uno strumento abbastanza conosciuto, fa sempre un po’ paura o da’ qualche pensiero alle mamme che ne fanno uso.
Proviamo insieme a fare un po’ di chiarezza sulla gestione del latte, per qualsiasi cosa..siamo qua! 😉

Chi più spesso ricorre ad un tiralatte?
Sicuramente le mamme che devono risolvere una problematica legata alla produzione di latte o non possono stare a contatto con il bambino durante i primi giorni sono i casi che vediamo di più, ma aggiungerei anche tutte le donne che devono tornare a lavoro o che si devono assentare per qualche indagine, esame strumentale o impegni personali.

Cosa è necessario per estrarre il latte?

  • un tiralatte efficace, adatto alla vostra necessità.
  • contenitori come bottigliette da 80 o 150 ml di plastica o vetro (riutilizzabili), sacchetti contenitori/salva-spazio monouso.
    Utili nel caso di grandi scorte di latte!
  • un frigorifero o un congelatore.

Tips su come conservare il latte:

  • I contenitori vanno riempiti per ¾ perché nel caso di congelamento il latte si espande.
  • Per evitare sprechi, conservate piccole porzioni di latte, riempiendo il contenitore con la quantità di latte necessaria al vostro bambino per una poppata media, dai 60 ai 120 ml.
  • È possibile raccogliere tutto il latte tirato della giornata in un unico contenitore, purché si trovi alla stessa temperatura prima di essere mescolato.
  • Segnate la data in cui avete estratto il latte sul contenitore in cui lo conservate.
  • Se il vostro bimbo è in ospedale, scrivete anche il suo nome sulla bottiglia.

Per quanto si mantiene a temperatura ambiente?
In linea generale, quanto più elevata è la temperatura, tanto meno sarà il tempo di conservazione.
Il colostro (il latte dei primi giorni di vita) si conserva per 12 ore a temperatura ambiente (27-32 °C).
Il latte maturo si conserva:

  • sotto i 15 °C per 24 ore
  • da 15 a 25°C per 10 ore
  • da 25 a 37°C per 4 ore

Per quanto si conserva in frigo?
Nel frigorifero (0-4 °C) il latte materno si conserva per 5-8 giorni.

Per quanto si conserva in congelatore?
Nello scomparto congelatore con porta autonoma il latte materno si conserva per 3-4 mesi.
Nel congelatore separato, invece, il latte materno si conserva per 6 mesi o più. Se si tratta di un neonato prematuro o di un bambino con malattia grave i tempi di conservazione vanno dimezzati.

Come si scongela il latte?
Lo scongelamento del latte materno richiede cura e attenzione.
Possiamo scongelare il latte in diversi modi, vediamo come:

  • Scongelamento in acqua: Mettete il latte materno congelato (nel suo contenitore sigillato) in un contenitore con acqua fredda e tenetelo sotto un getto di acqua corrente fredda. Potete usare questo procedimento per scongelare il latte materno finché si trova in uno stato liquido/sciolto, ma ancora freddo, poi mettete il latte materno liquido freddo nel frigo fino a quando sarà il momento di somministrarlo. Fate scorrere un getto di acqua calda sul contenitore prima di somministrare il latte al vostro bambino, ma accertatevi che la temperatura non superi i 37 °C.
  • Scongelamento del latte materno nel frigo: Semplicemente, mettete il latte materno congelato nel frigo e lasciatelo per tutta la notte. Una volta che si è scongelato, il giorno successivo, muovete in senso circolare la bottiglia in modo da amalgamare i grassi che si sono separati nel corso della notte.
    Dopo averlo scongelato, potete somministrare immediatamente il latte materno al vostro bambino oppure potete conservarlo in frigo fino a 10 ore.
  • Borsa termica: Potete anche usare il latte materno congelato quando siete fuori casa. Se siete in vacanza o state trasportando il latte con voi in un altro luogo, prendete una borsa termica con elementi refrigeranti all’interno per aiutarvi a tenere in fresco il latte materno.

Come scaldare il latte, cose da non fare!

  • Non lasciare scongelare il latte materno a temperatura ambiente.
  • Non usare mai un forno a microonde o acqua bollente per scongelare o riscaldare il latte materno. Questo perché le alte temperature danneggiano i componenti nutritivi essenziali del latte materno. Inoltre, il microonde può riscaldare il latte in maniera non uniforme, creando dei “punti più caldi” nel latte, che possono essere pericolosi per il bambino.

Quante volte può essere scaldato il latte?
Per quanto riguarda la conservazione del latte materno riscaldato, se non utilizzato per intero, non potrà essere offerto nuovamente al bambino e dovrà essere buttato.

Credits Foto